2 novembre, origini e celebrazioni della Festa dei Morti

2 novembre festa dei morti

Il 2 novembre è il giorno della commemorazione dei defunti, una ricorrenza religiosa, che in Italia non è mai stata istituita come festività civile, si celebra ogni anno il giorno successivo alla festa di Tutti i santi, che è il primo novembre.

Le origini in Italia della Festa dei Morti

Si tratta di un rito che ha origini antiche, legato all’abate benedettino Sant’Odilone di Cluny e risalente al 998. Quell’anno si stabilì per la prima volta che le campane dell’abbazia dovessero essere fatte suonare con rintocchi funebri dopo i vespri del primo novembre, proprio in memoria dei defunti. Il rito si diffonde in tutta la Chiesa cattolica. Ma la festa verrà ufficialmente riconosciuta solo nel XIV secolo, con il nome latino di Anniversarium Omnium Animarum. Da allora ogni anno il 2 novembre vengono ricordati i defunti e ci si reca nei cimiteri per salutare i propri cari scomparsi.

Le tradizioni legate alla Festa dei Morti

In Sicilia la credenza vuole che, la notte di Ognissanti, i defunti della famiglia lascino dei regali per i bambini insieme alla frutta di Martorana. In altre regioni italiane, la tradizione vuole che i bimbi trovino la cosiddetta ‘calza dei morti’, piena di dolci portari in ‘dono dai defunti’.

Desideri celebrare questo giorno porgendo ai tuoi defunti un omaggio floreale? Contattaci e realizzeremo per te una splendida composizione floreale

Dia de muertos in Messico

All’estero sono famosi il “Día de los Muertos” di Messico e il Giorno delle Anime in Brasile.
Il “Día de muertos” è una festività molto sentita in America Latina. Soprattutto in Messico, dove i riti durano dal 28 ottobre al 2 novembre. L’origine di questa festa è precolombiana e viene celebrata con musica, bevande e cibi tradizionali dai colori vivi, combinati a numerose rappresentazioni caricaturali della morte, in uno spettacolare sincretismo tra la cultura preispanica e il cattolicesimo.

Il Giorno delle Anime in Brasile

Sono diverse le celebrazioni simili in Sud America, come il “giorno delle anime” in Brasile. La celebrazione, che si tiene in genere tra il 28 ottobre e il 2 novembre, commemora i defunti per tipo di morte ed età: per esempio il 28 ottobre alcune comunità celebrano i morti per incidente e suicidio, con apposizione di fiori e candele sul luogo dove la morte è avvenuta. Il 31 ottobre è uso rendere omaggio ai bambini, la cui anima si ritiene ascenda direttamente in cielo; i primi due giorni di novembre sono invece dedicati agli altri scomparsi.
La festa viene celebrata con musica, bevande e cibi tradizionali dai colori vivi, combinati a numerose rappresentazioni caricaturali della morte.

Ti piacerebbe offrire a parenti ed amici un ricordino del caro defunto? Contattaci per prenotare e realizzare ricordini funebri.

Facebook Comments